Cenni di Storia

- di Capo d'Orso -

Dagli Anni '30

La nostra storia inizia nei primi anni ‘30 quando Luigi Ferrara, dopo un lungo periodo da emigrato negli States, torna a Maiori, terra natale. Dopo aver fatto i più disparati lavori e aver affrontato grandi sacrifici oltre oceano, nonno Luigi acquista con i suoi soldi una Balilla, famosa automobile icona di quegli anni e un grande appezzamento di terra. “Luigi ‘e Balilla” si ritrova così circondato dal mare, tra i lecci e i carrubi che la macchia mediterranea della Costiera offriva a perdita d’occhio. Con la sua automobile nuova fiammante inizia la sua carriera di autista di piazza e poco dopo, nel 1950, papà Bonaventura comincia a muovere i primi passi, dirigendo la sala del ristorante costruito sulle terre di famiglia. La cucina era una fervida e verace interpretazione della tradizione, guidata da nonna Anna e zia Pia, una delle sorelle di papà. Mamma Pasqualina entra in cucina negli anni ‘60: da lì in avanti sarà la vera e propria colonna portante del ristorante, divenendo lei stessa, tramite gli insegnamenti di nonna Anna, la tradizione di cui oggi la cucina del Faro, e non solo, si nutre.

Gli Ultimi Anni

Negli anni ‘90 l’importante crescita culturale della cucina campana e il grande impegno di noi fratelli, Luigi, Pierfranco e Pio, ha portato il Faro di Capo d’Orso a raggiungere, anno dopo anno, livelli sempre più elevati, raggiungendo, grazie alle nostre esperienze in giro per l’Europa e la nostra volontà di apprendere sempre, la stella Michelin nell’anno 2005.

Nel 1999 abbiamo creato nella parte inferiore del promontorio di Capo d’Orso il nostro ristorante Il Faro: lo abbiamo concepito come un piccolo gioiello incastonato nella scogliera, a picco sul mare, così da lasciare i nostri avventori a contatto diretto con la natura più viva e vicini agli odori del nostro mare cristallino.
Il Faro oggi è uno dei ristoranti più rinomati della Costiera che realizza servizio alla carte, sotto l’attenta professionalità di chef Pierfranco Ferrara. La struttura originaria, appositamente ristrutturata, ospita oggi la parte dedicata agli eventi privati e che è in grado di accogliere anche ricevimenti, meeting aziendali e manifestazioni enogastronomiche di primissimo livello.
Inoltre nel 2018 l’acquisizione del Limoneto di Ercole, storica struttura ricettiva a pochi metri da Il Faro, rende la famiglia Ferrara proprietaria, grazie anche all’altra struttura per l’accoglienza Tenuta Solomita, di un vero e proprio Relais che, nel biennio 2018-19 porterà alla creazione di una accoglienza polifunzionale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Maggiori Informazioni

Chiudi